Lo Stemma
Chiampo
LO STEMMA: Il significato
Comune posto al centro della vallata del Chiampo a circa 24 Km a ovest di Vicenza.
(11448 abitanti nel censimento del 1991)
Il nome probabilmente deriva da "campus", cioè pianura oppure campo coltivato. Come testimoniano molte lapidi, il paese è di origine romana. Lo si trova citato per la prima volta in un documento del 1091, una donazione di Enrico IV al monastero di San Felice di Vicenza. In seguito fu possesso di signori locali; nel 1329 passò sotto il dominio scaligero e nel 1388 sotto quello visconteo. Nel 1404 fu annesso alla Repubblica di Venezia assieme a tutto il Vicentino. Nel secolo XVI fu abbattuto il suo castello per ordine di Venezia.
A Chiampo nacquero il poeta Giacomo Zanella (1820-1888), lo scrittore Silvio Negro (1897-1959) e il pioniere dell'aviazione Tommaso Dal Molin (1902-1930).
La risorsa fondamentale attuale che ha dato il via allo sviluppo industriale, rendendo famosa Chiampo, è il marmo. L'iniziativa e l'operosità della gente locale, dedita all'estrazione e alla lavorazione del marmo, ha incrementato lo sviluppo di diverse aziende. Alla formazione del reddito contribuiscono inoltre altri settori produttivi importanti come quello conciario, chimico e mobiliero, che rendono l'economia locale completa e stabile. Non va dimenticato il reddito continuo e sicuro che l'agricoltura dà mediante i prodotti della cerealicoltura e dell'allevamento del bestiame, come pure il settore terziario.