La MENSA del POVERO presso Convento Francescano FRATI MINORI - CHIAMPO

”La mensa del povero” presso Convento Francescano FRATI MINORI - CHIAMPO

La benedizione e l’inaugurazione di quest’opera ha avuto luogo domenica 20 maggio 2007, alle ore 15.00, in occasione del Raduno Regionale Veneto dei Francescani Secolari, che si sono ritrovati presso il nostro Santuario per una giornata di preghiera e di spiritualità mariana. La presenza massiccia dei laici francescani vuole essere anche un omaggio a S. Elisabetta, loro patrona e titolare della nuova Mensa del Povero.

Da sempre i Frati Minori hanno accolto, presso il Convento della Pieve, le persone che chiedevano un pezzo di pane, condividendo con loro il pranzo nei propri ambienti. Nel passato erano tantissimi i “poveri di casa” che erano assistiti dai Frati della Pieve. Molti ancora ricordano la fila interminabile che aspettava il proprio turno alla porta del Convento quando anche il B. Gaudio distribuiva gratuitamente il pane dei Frati. Poi con il benessere economico prodotto dallo sviluppo industriale nel nostro territorio i “poveri di casa” sono diventati ricchi e oggi hanno pane non solo in abbondanza, ma addirittura in sovrabbondanza...
Oggi i poveri che bussano alle porte del Convento sono per lo più extra comunitari e non sono molto numerosi, tuttavia quotidianamente i Frati offrono il pranzo a quei poveri che lo richiedono. Finora l’accoglienza e il servizio erano fatti in una sala interna adibita a foresteria del Convento. Per dare maggiore dignità all’accoglienza di questi poveri e offrire loro un servizio più qualificato, la fraternità francescana ha deciso di realizzare una specifica “Mensa del Povero”, utilizzando un locale a ridosso del Convento, prospiciente il sagrato laterale della chiesa della Pieve, fornito di un cucinino, di un bagno e di una sala mensa capace di accogliere una trentina di persone.
La “Mensa del Povero” sarà intitolata a S. Elisabetta d’Ungheria, patrona dell’Ordine Francescano Secolare. Prima di tutto perché l’accoglienza e il servizio dei pasti sarà svolto dai francescani secolari e da altri volontari in collaborazione con i frati della Comunità. In secondo luogo perché quest’anno l’Ordine Francescano Secolare sta celebrando l’VIII° centenario della nascita (1207) della sua patrona. Questa opera vuole porsi come segno evangelico di amore nel territorio, di attenzione ai bisogni dei poveri e di servizio gratuito a chi è nel bisogno. La “Mensa” può essere usata anche per altre iniziative.
Il Maestro Fanton Giovanni ha voluto offrire gratuitamente un Concerto d’Organo con brani dedicati anche a S. Elisabetta. La Mensa sarà aperta tutti i giorni, dalle ore 12.00 alle ore 13.00

Fr. Mario Rama